Perché il Grinch non vuole trascorrere il Natale con gli abitanti di Chissarà? Il motivo principale è il profondo odio covato fin da bambino dal verde e peloso essere per il venticinque dicembre, oltre al ribrezzo per i tipici canti natalizi, per i doni infiocchettati di Babbo Natale e per le feste in casa davanti al caminetto acceso. Il Grinch, film d’animazione targato Illumination Entertainment, è il timido adattamento di una favola anticonsumistica il cui personaggio principale è un solitario anticonformista dal cuore tenero.

Grinch film 2018Il Grinch vive col suo cane Max nella grotta in cima al monte che sovrasta la città di Chissarà. Una mattina, scoprendo che le scorte di cibo sono finite, scende in città per comprare il necessario. Natale è alle porte e il Grinch cerca di evitare sguardi indiscreti e inviti da parte di affettuosi “conoscenti”. Ma soltanto l’incontro con una bambina aiuterà il protagonista a riflettere sulle scelte del passato. Grinch film 2018

Dopo il Grinch e la favola di Natale!, trasposizione televisiva degli anni sessanta, e il Grinch in cui Ron Howard dirige l’istrionico Jim Carrey, i versi in rima del racconto How the Grinch Stole Christmas! tornano in veste di voce fuori campo. La sceneggiatura curata da Michael LeSieur e Tommy Swerdlow riesce a incastonare con precisione i passaggi fondamentali del libro all’interno della narrazione e adegua la vicenda ai nostri giorni evitando pedanterie di sorta per non allontanarsi troppo dal classico del Dr. Seuss. Grinch film 2018

La regia di Yarrow Cheney e Scott Mosier ruota attorno alle smorfie, ai capricci e alle lamentele di un “diverso” che però ha pur sempre bisogno degli altri per poter (soprav)vivere: come ad esempio del fidato cane Max o anche del tanto detestato vicino di casa dai modi troppi gentili. Lo sguardo dei registi pone l’accento sull’ironia che nasce dal contrasto tra chi disprezza i buoni sentimenti e chi invece ne fa buon uso, senza però andare oltre la mera contrapposizione delle due sfere. Grinch film 2018

I meccanismi della sceneggiatura, che si rivelano fin da subito ripetitivi, costringono il Grinch a cedere troppe volte il passo ai comprimari che via via si alternano lungo il suo percorso di autocoscienza. Il microcosmo della coprotagonista, forse introdotto per facilitare l’immedesimazione ai più piccoli, viene spesso sfruttato nel tentativo di ispessire la scrittura, ma si risolve comunque in un elemento che distoglie l’attenzione dall’universalità del messaggio. Il finale affrettato riprende le redini del tutto e fa ripartire il cuore del Grinch verso nuovi orizzonti. Grinch film 2018

Print Friendly, PDF & Email