Ieri sono state annunciate le nomination agli Emmy Awards 2017, gli Oscar della tv americana. A sorpresa, fra i nominati c’era anche un pezzo d’Italia. The Young Pope di Paolo Sorrentino ha infatti ottenuto due candidature: una per il miglior production design (per Ludovica Ferrario) e una per la migliore fotografia (per Luca Bigazzi). È la prima volta che una serie di una società italiana riceve una nomination agli Emmy, a conferma dei passi avanti che Sky e la Wildside di Lorenzo Mieli e Mario Gianani stanno facendo negli ultimi anni. the young pope emmy

The Young Pope ha voluto raccontare in dieci episodi la storia di Lenny Belardo, alias Pio XIII (Law), il primo Papa americano della storia. Giovane e affascinante, la sua elezione sembrerebbe il risultato di una strategia mediatica semplice ed efficace del collegio cardinalizio. Ma, com’è noto, le apparenze ingannano. Soprattutto nel luogo e tra le persone che hanno scelto il grande mistero di Dio come bussola della loro esistenza. Quel luogo è il Vaticano, quelle persone sono i vertici della Chiesa. E il più misterioso e contraddittorio di tutti si rivela Pio XIII. Scaltro e ingenuo, ironico e pedante, antico e modernissimo, dubbioso e risoluto, addolorato e spietato, Pio XIII prova ad attraversare il lunghissimo fiume della solitudine dell’uomo per trovare un Dio da regalare agli uomini. E a se stesso.

Ha giocato sicuramente un punto a suo favore l’essere una co-produzione internazionale con l’americana HBO (oltre che con la francese Canal+), la rete via cavo che ha fatto incetta di 110 candidature in totale tra tutti i suoi show. Forse qualcuno si aspettava una nomination per la sceneggiatura a Umberto Contarello & co. ma così non è stato e si è rimasti sui premi tecnici, comunque apprezzabilissimi. Per i protagonisti Jude Law e Diane Keaton era davvero difficile vista la concorrenza, anche se a dirla tutta se la sarebbe meritata Silvio Orlando più di tutti. the young pope emmy

E’ stata proprio HBO – di comune accordo con Sky Atlantic HD – qualche settimana fa ad annunciare non esattamente il rinnovo per la seconda stagione della serie tv ma un nuovo ciclo di episodi che si intitolerà The New Pope e si concentrerà come si evince dal titolo su un nuovo pontefice. Il cast sarà completamente rinnovato – probabilmente visti i molti impegni degli interpreti – mentre il team creativo rimarrà lo stesso, con a capo Sorrentino e Contarello, eccenzion fatta per Tony Grisoni scomparso di recente. L’ambientazione sarà la stessa: il Vaticano. Ulteriori dettagli sulla trama o altro sono per ora sconosciuti.

Print Friendly, PDF & Email