Sarà grazie all’influenza di Tarantino, di Robert Rodriguez, del poliedrico Scott Sanders o saranno i tempi selvaggi che vive il cinema a livello internazionale, ma una cosa è certa: il pubblico è tornato a caccia di B-movies. 

Tafanos

Infatti le riflessioni e le speculazioni a riguardo si accatastano così come i saggi e le rivalutazioni critiche. Con ogni probabilità anche questa è solo una tendenza, una lunga stagione che, come al solito, passerà. 

In ogni caso gli irriducibili del film di ”serie B”, più precisamente dell’horror volutamente posticcio e a tratti ridicolo, del sottogenere beast movie o meglio ancora dell’insect invasion un po’ splatter (e quasi gore), possono godersi l’ennesima rincorsa al genere con Tafános, una horror comedy in arrivo il 4 luglio su Sky Cinema Max. 

A dir la verità questo B-movie pomodoro e basilico di Riccardo Paoletti è un remake di un altro film dei primi anni 2000 (che poi ha anche un secondo capitolo, Tafanos 2), ma merita lo stesso una presentazione perché il regista ha colto nel segno creando un piccolo film di forte intrattenimento che ha tutti gli elementi per essere un film cult. 

UN GRUPPO DI RAGAZZI. Il benestante David invita i suoi amici a trascorrere un “rilassante” weekend nella villa di famiglia. Ovviamente l’abitazione è sperduta e disabitata da anni e… non c’è campo!  I protagonisti di questa spaventosa avventura sono gli stessi di ogni altro film horror su un gruppo di amici prossimi a una gita fuori città. Dal nerd alla provocante mangiatrice di uomini, dal fattone per eccellenza al personal trainer, ci sono tutti e durante il film assumono ogni caratterizzazione tipica del genere.

LA MINACCIA. Un evaso pericolosissimo si aggira tra i boschi limitrofi alla villa in cui soggiornano i protagonisti, ma il film è uno slasher solo per pochi (bellissimi) minuti e la pista narrativa dello squartatore di ragazzi è una beffa. Il pericolo reale è incarnato dagli insettoni incazzati che s’insinuano ovunque e ti mangiano vivo in pochi minuti. Tafanos!

IL VATE. C’è solo un uomo che sa come fermare i mosconi: il solitario custode della villa che, a scanso di ogni cliché, ha un forte accento britannico ed è costantemente strafatto. 

IL BAGNO DI SANGUE. Sangue e anatomia schizzano ovunque, com’è giusto che sia, ma spesso l’acmé tragico esplode in risate gustosissime. 

L’ANTIDOTO. Non è facile spiegarlo in maniera scientifica, ma l’unica cosa che tiene lontani i Tafanos è il fumo… di canna. Quindi l’atto eroico diventa una sfida a chi fuma di più!

CHI SARÀ IL PRIMO A MORIRE? 

 

Print Friendly, PDF & Email