Notizie dal mondo, con l’esordiente nel genere Tom Hanks è un western che fa appello allo spirito umanitario e alla coesione

Notizie dal Mondo si discosta molto dai western a cui siamo stati abituati in questi ultimi anni, infatti la dimensione realistica, iperviolenta e sicuramente pessimista di un Hostiles o di un Revenant non trova alcuno spazio nella pellicola di Paul Greengrass che come il romanzo di Paulette Jiles da cui è tratta, ha più elementi in comune con un western classico. L’elemento crepuscolare è sostanzialmente parallelo: vicino e visibile, eppur separato.

Tutto ruota attorno al Capitano Jefferson Kyle Kidd (Tom Hanks), reduce dello sconfitto esercito confederato, che gira il sud-ovest portando le notizie del mondo esterno per terre “selvagge” dove le divisioni e gli odi connessi alla Guerra Civile sono ancora terribilmente presenti.
Kidd legge i giornali, parla di scienza, dona luce e volendo una piccola ragione di svago ai coloni induriti dal Texas. La sua esistenza viene stravolta dall’incontro con la giovanissima Johanna (Helena Zengel), rapita, allevata e poi abbandonata dai Kiowa, ed ora desiderosa di raggiungere i pochi parenti rimasti.
Dopo le prime, timide, resistenze, Kidd si troverà coinvolto in un viaggio pericoloso e che lo porterà ad affezionarsi in modo inaspettato con quella piccola compagna di avventure, divisa a metà tra il mondo dei nativi e quello della ben poco civile società degli uomini bianchi.

Recensione-notizie-dal-mondo-Netflix-Tom-Hanks

Nelle ultime interpretazioni, Tom Hanks ha spesso calzato il ruolo del bravo e onesto cittadino americano capace di grandi imprese grazie al suo senso di solidarietà e del dovere, anche in Notizie dal mondo dove questi sentimenti sono preponderanti il premio Oscar per Forrest Gump impersona questo tipo di personaggio. 

Notizie dal Mondo ha tutto ciò che serve ad un western, ma talvolta commette il piccolo errore di rendere troppo evidenti i collegamenti al presente, creando un parallelo quasi speculare tra quel Texas violento e rude ed il trumpismo che ha riportato bandiere confederate e spiriti di revanche sudista nel cuore degli Stati Uniti.
Molto più arguto ed interessante l’evolversi narrativo collegato alle notizie, si comprende benissimo quanto fosse difficile sapere del mondo esterno, facendo dell’improvvisato cantore di quest’odissea tra la prateria, quasi una sorta di simbolo di speranza e futuro.
Jefferson Kyle Kidd  è una luce nelle tenebre anche in virtù della sua natura umana, anzi soprattutto per essa: Tom Hanks appare spesso quasi alieno a questo west e talvolta Greengrass esagera nel rendere questo personaggio quasi un profeta in terra straniera. é il solo essere umano decente, se si esclude la sua piccola compagna di viaggio.
Hanks si aggira con fare volenteroso e umanissimo. Non è invincibile, non è un eroe, è forse più un uomo che si arrangia come può, lotta contro i vigilantes nazionalisti e territoriali, che altro non sono (sia cinematograficamente che soprattutto storicamente) gli antenati dei famigerati Proud Boys e delle varie milizie che AR-15 in mano hanno cercato di fare la voce grossa in questi mesi.

Notizie dal Mondo, per quanto talvolta prevedibile, è diretto con grande sentimento e coerenza, e dal punto di vista estetico funziona benissimo grazie alla fotografia di Dariusz Wolski che valorizza i magnifici paesaggi americani. Tutto accompagnato da una apprezzabile colonna sonora composta dal veterano James Newton Howard.

Riuscitissima è la condanna alla cosiddetta “America Profonda”, quella che bene o male da quei tempi delle Colt e dei cowboys sceriffi di se stessi, non si è mai veramente voluta staccare, ammantando di mito un’epoca dove invece di epico vi era poco. Contava la legge del più forte e basta.

Recensione-notizie-dal-mondo-Netflix-Tom-Hanks
Chi conosce Greengrass rimarrà probabilmente colpito da questo film, molto distante dall’adrenalinica saga di Jason Bourne, da Green Zone o United 93. Nonostante l’andamento più calmo e pacato rispetto agli altri lavori di Greengrass Notizie dal Mondo è un racconto cinematografico coinvolgente, pieno di sentimento, che mostra un bellissimo contrasto tra un adulto che ha ancora molto da imparare e una bambina che è determinata più di lui, o se non altro meno fuori posto in quelle lande desolate.
Un western dal volto molto umano e per nulla epico.